La Tomba del Generale Caffarelli

La Tomba del Generale Caffarelli

 

 

La tomba di Caffarelli è stata scoperta nel 1969 nel terreno sul quale si trova oggi l’istituto agricolo “Yad Natan”. Sul posto sono state scoperte alcune tombe abbandonate senza l’indicazione dei nomi sulle tombe stesse. Queste tombe non assomigliano a tombe musulmane, e si pensa che il nome non vi sia stato scritto appositamente, affinchè non fossero profanate dai residenti musulmani della zona.
 
Il generale Caffarelli era un ingegnere militare, che accompagnò Napoleone ed era una delle figure più pittoresche del suo esercito. Quattro anni prima Caffarelli aveva perso la gamba destra in una delle battaglie in Europa, ma la cosa non gli impedì di continuare a prestare servizio nell’esercito e a svolgere il suo compito in modo eccellente. Durante il viaggio di Napoleone in Israele Caffarelli era uno dei generali più popolari. I soldati lo chiamavano con affetto “gamba di legno” o “il papà con le stampelle”.
 
Durante l’assedio di San Giovanni d’Acri da parte di Napoleone, Caffarelli era l’ingegnere principale, che progettò e eseguì la supervisione del lato professionale delle operazioni dell’assedio. Un giorno verso la fine dell’assedio, mentre passava lungo i canali, fu colpito da una pallottola di un tiratore turco e il medico dovette amputargli il braccio fino al gomito. Successivamente si scoprì che la ferita era più grave di quanto avessero pensato all’inizio. La ferita causò una cancrena, e Caffarelli morì dopo due settimane. Sul letto di morte venne a trovarlo il suo vecchio amico Napoleone Bonaparte.
 
Una volta all’anno durante il mese di novembre l’ambasciata francese in Israele tiene nel cimitero una cerimonia in ricordo della firma dell’armistizio alla fine della prima guerra mondiale e la cerimonia del milite ignoto.
 
Il luogo è aperto al pubblico.
 

 

 

 


Torna in alto
Cartina della città vecchia di AcriCartina della città vecchia di Acri su Google